Normativa e sicurezza

L'eurodeputato emette un avvertimento sulla salute dell'isoglucosio al termine delle quote dell'UE

L'eurodeputato emette un avvertimento sulla salute dell'isoglucosio al termine delle quote dell'UE
Anonim

Alcuni studi suggeriscono che la produzione di isoglucosio triplicherà tra il 2016 e il 2025 e all'inizio di quest'anno, l'eurodeputata irlandese Mairead McGuinness ha chiesto alla Commissione se avesse valutato le implicazioni per la salute dell'abolizione delle quote.

Ha detto a FoodNavigator: “Ho delle preoccupazioni perché alla fine di questo mese, le riforme del mercato europeo dello zucchero avranno un impatto sul consumo di zucchero nell'UE […] e molto probabilmente comporteranno un aumento dell'isoglucosio nella dieta europea. Come per tutti i tipi di zucchero, l'isoglucosio è stato collegato a una serie di problemi di salute "

“Poiché questo dolcificante è in forma liquida e può essere facilmente aggiunto a cibi e bevande, yogurt, ecc., Probabilmente lo useremo di più e affronteremo gli impatti sulla salute corrispondenti. [Tuttavia] la valutazione d'impatto della Commissione sulla riforma del mercato dello zucchero non ha incluso una valutazione dell'impatto sulla salute.

“In qualità di legislatore, credo che dobbiamo comprendere il potenziale impatto più ampio delle nostre politiche. Ciò significa valutazioni d'impatto complete. Esorto la Commissione a completare una valutazione sulle possibili conseguenze per la nostra salute ", ha aggiunto.

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) non ha condotto una valutazione della sicurezza dell'isoglucosio, ma McGuinness ha citato un parere su un'indicazione sulla salute del fruttosio del 2011 e sulla riduzione delle risposte glicemiche postprandiali, in cui l'Autorità ha riscontrato assunzioni di fruttosio elevate - contribuendo a 25 % di energia totale - induce dislipidemia, insulino-resistenza e aumento dell'adiposità viscerale in soggetti sani e in soggetti iperinsulinici e insulino-resistenti.

Lo sciroppo di glucosio-fruttosio è un dolcificante liquido utilizzato nella produzione di alimenti e bevande. È composto da diversi zuccheri, principalmente glucosio e fruttosio, con composizioni variabili, con un contenuto di fruttosio che varia dal 5 al 50%. Se il contenuto di fruttosio supera il 50%, il prodotto diventa uno sciroppo di fruttosio-glucosio.

In Europa, a causa del processo di "isomerizzazione" utilizzato nella loro produzione, gli sciroppi di glucosio-fruttosio e gli sciroppi di fruttosio-glucosio con un contenuto di fruttosio superiore al 10% vengono definiti isoglucosio.

Negli Stati Uniti, questo tipo di prodotto è prodotto dall'amido di mais, più comunemente con un contenuto di fruttosio del 42% o 55% e viene chiamato sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS).

Fonte: amido Europa

Rispondendo a McGuinness, il commissario per la salute e la sicurezza alimentare Vytenis Andriukaitis ha dichiarato che la CE è a conoscenza del dibattito su come il mercato dello zucchero e dei dolcificanti potrebbe reagire all'abolizione delle quote e delle discussioni sulle conseguenze per la salute delle elevate assunzioni di fruttosio.

Il Parlamento europeo sta attualmente finanziando una revisione completa delle prove scientifiche e delle politiche sugli sciroppi ad alto contenuto di fruttosio, l'obesità e la salute, ha affermato Andriukaitis, con i risultati attesi per la fine del 2017.

" La Commissione continuerà a seguire questo problema e potrebbe discuterne di nuovo con i rappresentanti degli Stati membri nel gruppo ad alto livello sull'alimentazione e l'attività fisica in futuro", ha aggiunto.

Amido Europa: nessun effetto causale

Secondo Starch Europe, il gruppo commerciale che rappresenta gli interessi dell'industria europea dell'amido, tuttavia, non esiste un legame comprovato tra isoglucosio ed effetti negativi sulla salute.

“Le prove scientifiche confermano che non esiste alcuna relazione causale tra il consumo di isoglucosio e l'obesità nell'uomo e che l'effetto non è diverso da quello di qualsiasi altro dolcificante calorico. Ciò è ben dimostrato dal fatto che l'isoglucosio negli Stati Uniti è in calo dal 1998, ma i livelli di obesità negli Stati Uniti hanno continuato ad aumentare ", ha detto.

Fine di un'era

Il regime terminerà il 30 settembre 2017, portando a termine i massimali sulla produzione di zucchero da barbabietola e isoglucosio che sono in vigore dal 1968 e dalla politica agricola comune (PAC). Nel 2013, gli Stati membri e i deputati hanno concordato di abolire le quote di produzione dalla campagna di commercializzazione 2016/17.

Secondo la società di ricerche di mercato Stratégie Grains, la produzione europea di zucchero bianco aumenterà di quasi un terzo (31%) nel periodo 2016-2021, mentre i prezzi diminuiranno di conseguenza. L'UE, attualmente importatore netto di zucchero, diventerà un esportatore netto.

Chiarezza del consumatore

Mentre isoglucosio è il termine agricolo, la legislazione dell'UE stabilisce che l'ingrediente deve essere etichettato come sciroppo di glucosio-fruttosio o sciroppo di fruttosio-glucosio.

Secondo un sondaggio commissionato da Cargill lo scorso anno, tuttavia, il tipo di zucchero nelle liste degli ingredienti riguarda i consumatori in misura inferiore alla quantità utilizzata.

La quantità di zucchero e il numero di tipi di zucchero elencati sull'etichetta sono stati un fattore decisivo maggiore nell'impatto sull'intenzione di acquisto piuttosto che sul tipo reale di zucchero, sebbene gli acquisti sembrassero diminuire quando lo zucchero e l'isoglucosio erano combinati sull'etichetta.

" Il fatto che distinguiamo tutti i tipi di zucchero nell'elenco degli ingredienti sull'etichetta sembra confondere i consumatori", ha affermato un portavoce dell'azienda. "In Europa già vengono fornite molte più informazioni su zuccheri e calorie specifici rispetto ad altre regioni".

I preparativi in ​​corso

Per diversi anni, l'industria ha aumentato la capacità in previsione della deregolamentazione. Il gigante dello zucchero francese Tereos, il quinto produttore mondiale di zucchero, ha acquistato il gigante della distribuzione dello zucchero con sede nel Regno Unito Napier Brown Sugar e ha annunciato l'intenzione di aumentare la produzione del 20%.

Nel 2015, il direttore del marketing strategico e della gestione dei rischi, Alexandre Luneau, ha predetto che la liberalizzazione significherebbe " un mega boom " per l'industria dello zucchero in Europa.